Il DM 13 gennaio 2000 ha definito gli obiettivi, i requisiti, le prerogative e le tematiche dei nascenti Centri di Eccellenza nella ricerca, ribadendone il ruolo strategico nel medio e lungo termine ai fini della qualificazione del sistema universitario sia per gli aspetti legati alla produttività scientifica sia per quelli relativi alla alta formazione. In particolare, l’art. 1 di tale DM recita:

I centri di ricerca che l’intervento del MURST intende incentivare e sostenere dovranno rispondere ai seguenti requisiti:

  • inter/multidisciplinarietà delle tematiche di specializzazione al fine di acquisire nel medio/lungo periodo le opportunità delle interdipendenze e delle convergenze tecnologiche nella innovazione economica e sociale;
  • integrazione delle attività di ricerca con attività di alta formazione mirata a potenziare la base scientifica e tecnologica nazionale ed a generare imprenditorialità in attività economiche innovative;
  • acquisizione di processi di partneriato scienza-industria a sostegno della ricerca strategica delle medio-grandi imprese e dell’attrattività di investimenti diretti esteri di multinazionali operanti in settori ad alta intensità di conoscenza;
  • assunzione di strategie organizzative coerenti con lo sviluppo di reti di cooperazione nazionale ed internazionale incentivanti il richiamo di ricercatori italiani attivi all’estero e di personalità scientifiche di livello internazionale, nonché la mobilità dei ricercatori tra Università, enti pubblici di ricerca, centri di ricerca privati.