Di seguito troverete le principali linee di ricerca per ogni unità operativa.

Biochimica

  1. Caratterizzazione dei meccanismi intracellulari per il controllo dell’attività del sistema proteolitico calcio dipendente.
  2. Studio delle funzioni extracellulari della proteina HMGB1 su cellule primarie umane.
  3. Alterazione del sistema calpaina/calpastatina in cellule di pazienti affetti da fibrosi cistica.
  4. Regolazione del recettore per NMDA da parte di HMGB1 e calpaina.

Biologia Strutturale e Cellulare

  1. Studio degli effetti funzionali e dei relativi meccanismi biomolecolari dell’acido abscissico in diverse cellule umane e animali. In particolare, approfondire il ruolo di ABA nella fisiologia della regolazione dell’omeostasi glicemica e nella patogenesi del diabete di tipo 2, valutando su modelli di studio in vitro e in vivo, il possibile cross-talk tra ABA e l’incretina GLP-1 e gli effetti di assunzione di ABA orale nella regolazione della glicemia, in modelli animali di diabete.
  2. Identificazione di antagonisti della Sirtuina 6, enzima con attività deacetilasica NAD+ dipendente e loro possibile utilizzo nel trattamento tumorale
  3. Analisi e caratterizzazione del metabolismo del GDP-L-fucosio e del suo assorbimento nel sistema del Golgi
  4. Sintesi e caratterizzazione strutturale mediante spettrometria di massa accoppiata alla gas cromatografia (GC-MS) e/o alla cromatografia liquida (HPLC-ESI-MS) di molecole di interesse farmacologico

Endocrinologia

  1. Sistema IGF: Studio del sistema IGF (IGF / IGFBP / IGFBP proteasi e IGF rec) in colture primarie e linee cellulari derivate da diverse neoplasie (tumore polmonare, carcinoma prostatico, osteoblasti) in relazione alla proliferazione cellulare differenziazione.
  2. Sistema somatostatina/recettori/analoghi: valutazione del profilo dei recettori della somatostatina (SSTR1-5) e della dopamina (D2R) in tessuti neoplastici e in colture cellulari provenienti da tumori di origine endocrina e non-endocrina; ruolo degli analoghi della somatostatina e di composti chimerici SSTR-DR sulla proliferazione di linee cellulari tumorali e colture primarie derivate da diversi tipi di neoplasie; valutazione dell’interazione tra sistema IGF e sistema somatostatina/recettori.
  3. Cellule staminali tumorali: isolamento e caratterizzazione di cellule staminali tumorali ottenute da tumori cerebrali (gliobastomi, meningiomi…) e loro ruolo come target farmacologici in questi tipi di tumore.
  4. Biologia e farmacologia delle malattie prioniche: Sintesi e purificazione delle sequenze di proteine prioniche analisi della localizzazione e della tossicità di queste proteine. 

Farmacologia e Tossicologia

  1. Meccanismi cellulari e molecolari del rilascio di neurotrasmettitori in condizioni fisiologiche e patologiche e regolazione attraverso recettori presinaptici.
  2. Ruolo dei recettori metabotropici del glutammato nel definire la neurochimica e le funzioni dei motoneuroni, degli astrociti e della microglia nella sclerosi laterale amiotrofica.
  3. Modulazione della produzione di β-amiloide e suoi effetti fisiologici e patologici sulla neurotrasmissione nel sistema nervoso centrale.
  4. Recettori P2X7 e rilascio di glutammato in condizioni fisiologiche e patologiche nel CNS.

Genetica Molecolare

  1. Molecular Genetic studies of rare genetic disorders
  2. High throughput screening of chemical compounds

Immunologia Clinica

  1. identificazione e analisi molecolare/funzionale di agenti immunomodulanti;
  2. caratterizzazione funzionale di nuovi sottotipi di cellule regolatorie; ed analisi del loro ruolo patogenetico in patologie autoimmuni, neoplastiche e infettive (HIV);
  3. analisi di risposte immuni specifiche per antigeni tumore-associati in soggetti affetti da neoplasie;
  4. analisi di aspetti patogenetici, terapeutici ed immunoterapeutici delle malattie autoimmuni sistemiche;
  5. generazione di vaccini terapeutici e agenti biologici per il trattamento di patologie neoplastiche o autoimmuni;
  6. analisi di polimorfismi genici potenzialmente coinvolti nella genesi di malattie autoimmuni o neoplastiche.

Immunologia Molecolare

  1. Risposta dell’immunità innata ed editing della risposta adattiva da parte delle cellule NK durante l’infezione da HIV in differenti subset di pazienti ( esposti non infetti, non progressori e pazienti trattati discordanti immunologici) con dissezione dell’interazione delle cellule NK maturanti in presenza di patogeni intracellulari (HIV-1, HCV, HSV, HPV, Mth, BCG) e studio dei meccanismi di immuno-evasione messi in atto da parte di Herpesviridae (HSV, VZV, CMV) nei confronti di checkpoints del compartimento dell’immunità innata e l’uscita dallo stato di latenza;
  2. Caratterizzazione fenotipica e funzionale delle cellule NK periferiche derivate da pazienti HCV infetti prima e dopo trattamento con immunoterapia;
  3. Caratterizzazione dei fattori immuni innati che guidano la riattivazione di Mth in vivo e di immuno-correlati del controllo efficace dell’infezione da Mth;
  4. Caratterizzazione fenotipica e funzionale di microparticelle ed esosomi rilasciati dalle cellule NK nel plasma di pazienti e donatori sani e nelle culture in vitro.

Immunoregolazione

  1. Studio delle “Innate Lymphoid Cells” (ILC)
  2. Studio dei meccanismi molecolari sottesi alle interazioni tra cellule tumorali e sistema immunitario durante la progressione neoplastica
  3. Valutazione dell’impatto di nuove terapie antitumorali sulla risposta immunitaria

Neuroscienze

  • Gruppo di AU: Immunologia della SM, con particolare attenzione alla funzione delle cellule regolatorie dell’immunità innata (cellule NK CD56bright). Coinvolgimento del microbioma nella patogenesi della SM. Colture in vitro di cellule staminali mesenchimali umane e murine e caratterizzazione delle loro proprietà immunologiche; studio dei loro meccanismi di interazione con alcune popolazioni del sistema immunitario (linfociti T, linfociti B e cellule dendritiche). Cellule staminali mesenchimali e interazione nel contesto del microambiente della nicchia ematopoietica. Caratterizzazione del potenziale immunosoppressivo e neuroprotettivo delle cellule staminali mesenchimali e loro utilizzo in vivo per il trattamento dell’Encefalomielite Autoimmune Sperimentale (EAS), il modello sperimentale della Sclerosi Multipla (SM). Caratterizzazione delle cellule staminali mesenchimali di pazienti con SM: analisi di fenotipo e studi funzionali per le loro applicazioni cliniche. Studi sugli effetti immunologici del trattamento endovenoso con cellule staminali mesenchimali autologhe in pazienti con SM arruolati nel trial clinico “Mesenchymal Stem Cells for Multiple Sclerosis” (“MESEMS”).
  • Gruppo di AS: Le principali line di ricerca sono:
    1. Biologia e patologia del sistema nervoso periferico;
    2. Analisi dei meccanismi molecolari alla base delle neuropatie periferiche ereditarie e identificazione di strategie terapeutiche;
    3. Identificazione di biomarkers;
    4. Sviluppo di sistemi computazionali per la neuropatologia quantitative